20 maggio 2010

Il sangue, la nota si


Lunghe, lunghe giornate.
Il sangue implacato urta il sangue.
Il nuotatore è cieco.
Scende attraverso piani purpurei
nel battito del tuo cuore.

Quando la nuca è tesa
Il grido sempre deserto invade
una bocca pura.

Cosí invecchia l’estate. Cosí la morte
Circonda la felicità della fiamma
che trema.
E noi dormiamo un poco. La nota si
Risuona a lungo nella stoffa rossa.


Yves Bonnefoy

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog

chi sono

La mia foto
Utopia, Italy
Artista sinestetica - ricercatrice di verità