14 ottobre 2018

Florals - photo by thethomsn

9 ottobre 2018

Andrew Wyeth, Swifts, 1991 (Watercolor on Paper) 

8 ottobre 2018

Aranci in fiore

quelle montagne mordono

l’azzurro del mare.


                   Katsuo Sekimori 
 

7 ottobre 2018

6 ottobre 2018

photo by Mika Suutari

5 ottobre 2018

3 ottobre 2018

"Il sogno, il delirio, l’ipnosi e altri stati di rilassamento della coscienza favoriscono lo scaturire delle frasi. La corrente sembra non aver fine: una frase ci porta a un’altra. Trascinati dal fiume delle immagini, sfioriamo le sponde del puro esistere e indoviniamo uno stato di unità, di finale riunione con il nostro essere e con l’essere del mondo. Incapace di opporre argini alla marea, la coscienza vacilla. E all’improvviso tutto sfocia in un’immagine finale. Un muro ci sbarra la strada: ritorniamo al silenzio."

Octavio Paz
 

2 ottobre 2018



История одной реки - photo by Krasi Matarov

1 ottobre 2018

"Io vado in nessun luogo"


Pensarti almeno, Pier,
in un inniò* lucente, i piedi sporchi d'erba
al riparo dal silenzio,

preso, come in giardino, dal verso strano
di un uccello nascosto che non conosci
eppure è come già sentito
per le strade tue di dentro.

Presa anch'io da quel verso, mi riscuote
il tuo allegro "Prendi".
Vola sull'acqua, la scaglia, vola sull'acqua,
che non scorre, vola,

salta sulla mia riva,

è nella mia mano. È lucente.


Ida Vallerugo


*"Inniò" è il titolo di una poesia di Pierluigi Cappello
(da Assetto di volo, Crocetti Editore). È un avverbio friulano,
ormai caduto in disuso, che significa "in nessun luogo".

 

29 settembre 2018

Giorno e notte ti ho cercato
Senza trovare il luogo dove canti
Ti ho cercato nel tempo sopra e nel fiume
Ti sei perduta tra le lacrime

Notti e notti ti ho cercato
Senza trovare il luogo dove piangi
Perché io so che stai piangendo
Basta guardarmi in uno specchio
Per sapere che stai piangendo e mi hai pianto

Solo tu salvi il pianto
E da oscuro mendicante diventa re coronato dalla tua mano



Vicente Huidobro

25 settembre 2018

Crocevia

            Passo dopo passo si cancella il cammino e
rimane lì disegnata, nel tratto cancellato,
                                            l'assenza che cerco.

            Una cosa simile il silenzio,

ma quello delle parole dopo le parole,
                                                   quello del cammino taciuto.


Hugo Mujica

Archivio blog

chi sono

La mia foto
Utopia, Italy
Artista sinestetica - ricercatrice di verità