3 settembre 2008

Com'è la tua energia ACQUA?

Possiamo riconoscere la qualità dell'energia acqua dalla voglia di fare e vitalità in generale
I reni e l'energia acqua sono le batterie del corpo, la sede della nostra vitalità.

Quando quest'energia è forte ci sentiamo energici, e pieni di voglia di fare, mentre quando le batterie sono giù di tono ci sentiamo stanchi, in preda ad una stanchezza cronica.

Queste batterie hanno un ruolo dominante anche nelle difese immunitarie e piccole infezioni come brufoli e eruzioni cutanee sono segni che l'energia acqua comincia ad indebolirsi.

Hai paura o coraggio?
L'energia acqua ci dà coraggio e ambizione, ci dà un senso di essere in grado di rispondere alle esigenze della vita; quindi quando quest'energia è giù, facilmente si manifestano timidezza o paura. La persona con energia acqua bassa non tenta cose nuove e cerca di minimizzare i rischi in ogni circostanza, ovviamente questo si traduce in poca intraprendenza o ambizione.

L'energia e funzioni sessuali
L'acqua rappresenta il nostro rapporto con il passato con la materia genetica e con il desiderio di continuare la specie o di passare la nostra materia genetica. La voglia di riprodurre è una delle energie più forti nel nostro organismo e dimostra quanto sia forte l'energia acqua. Se quest'energia viene a mancare, dovremmo cercare di rafforzare l'energia nei reni.

Forze nelle gambe
Il meridiano dei reni corre dietro le gambe iniziando dalla pianta del piede, l'energia che sale attraverso questo meridiano, ci conferisce la voglia di andare avanti nella vita e di camminare. Se la forza nelle gambe è scarsa, vuol dire che il meridiano è scarico. Gonfiori alle caviglie normalmente indicano problemi ai reni e alla vescica, così come i dolori alle ginocchia.

Le cose ovvie
Cistite frequente, orinazione eccessiva o problemi con la minzione, sono chiari problemi di energia acqua, come possono essere anche calcoli e dolori nella zona bassa della schiena.

Aiutiamola con menu che includano:

* Legumi, in particolare azuki, ceci, lenticchie e fagioli neri.
* Alghe in piccole quantità quasi tutti giorni.
* Grano saraceno per chi soffre di debolezza.
* Sale marino integrale del mediterraneo e condimenti come shoyu e miso.
* Semi di sesamo, gomasio e olio di sesamo.


Altri fattori importanti per rafforzare i reni sono:

* Un buon riposo e sonno profondo che permetta al corpo di ricaricarsi
* Camminare e usare le gambe per stimolare il meridiano dei reni.
* Stare caldi e coprirsi durante l'inverno, in particolare la zona dei reni e i piedi.
* Utilizzare calze in fibre naturali, materiale sintetico sulle gambe blocca il flusso di energia nei reni.


Martin Hasley
esperto in terapia alimentare

www.lifegate.it

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog

chi sono

La mia foto
Utopia, Italy
Artista sinestetica - ricercatrice di verità