28 dicembre 2011

Non ho molto da dirti, alle ventuno
il mondo comincia a farsi bello
come il globo che pende sulla porta
Si può bere, ballare,
parlare di cose scollacciate
baciare le statue colorite,
dentro vi bollo bene, nel bordello
di musiche e di mescite. Nessuno
sa che contrabbando compio
col petto tatuato, che tesoro
brucia nella grotta
e che grigia
cartuccia, che miccia nelle mani.
Mi scordo della prora,
domani farò la rotta esatta,
ora ho l'esempio, il budello,
la fame dritta e secca dei gabbiani


Bartolo Cattafi


Buddhist monks watching the sunset - Cambodia

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog

chi sono

La mia foto
Utopia, Italy
Artista sinestetica - ricercatrice di verità