14 agosto 2014

Il tempo della Montagna

In quel luogo il tempo non ha ombra e i mattini
ri-accadono come incantesimi, attimi per lei

perché scorga le bacche mature del frassino montano,
e per lui non distante perché catturi il pesce.

E poi l'oscurità sarà soltanto quel che resta
di una bocca dopo il bacio o di una mano intrecciata alla mano;

un ramo; un fiume; sarà quel che si perde delle parole
nel trasformarsi in silenzi e poi nel sonno. Eppure

lasciando la montagna lui ricorderà i sorbi selvatici:
la macchia, scarlatta. Lei penserà

all'arco del salmone dopo la cattura improvisa:
il suo bagliore, la luce del giorno rubata all'ardesia.


Eavan Boland



A Neon Message From Your Environment by Jung Lee

1 commento:

Archivio blog

chi sono

La mia foto
Utopia, Italy
Artista sinestetica - ricercatrice di verità